SOFIA Network:
Stampa

Lascito Testamentario a SOFIA Onlus

Dopo aver pensato ai tuoi cari, nel testamento, puoi ricordarti di SOFIA Onlus. Un lascito, anche piccolo, ci permetterà di fare cose grandi, per tante persone.

Perché fare testamento

Fare testamento è importante per assicurarsi una corretta ripartizione dei beni e per beneficiare anche amici o parenti esclusi dall’eredità, ma anche perché il testamento può diventare un prezioso strumento per fare del bene al prossimo. Facendo testamento infatti è possibile destinare una parte anche piccola dell’eredità al sostegno di una causa importante, come quella che Fondazione SOFIA Onlus porta avanti con costanza e impegno nei Paesi più poveri del mondo.

Come fare testamento

Fare testamento è semplice e può essere redatto sia di propria mano e autonomamente che avvalendosi della consulenza professionale del notaio. Tra le diverse forme di testamento, le più frequenti sono il testamento olografo e quello pubblico.

Il testamento olografo non ha alcun costo poiché viene redatto a mano dal testatore stesso, che deve datarlo (indicando giorno, mese e anno) e firmarlo alla fine delle disposizioni.

E’ fondamentale che il documento sia scritto “a mano” (quindi né a macchina, né con il pc o altri strumenti meccanici) da colui che fa testamento e non da terzi. Questo requisito, insieme alla data per esteso e alla firma alla fine delle disposizioni, sono le condizioni indispensabili affinché il documento abbia validità. E’ opportuno redigerne due copie autentiche ed eventualmente depositarne una presso un notaio.

Il testamento pubblico viene disposto avvalendosi della consulenza di un notaio. Viene redatto dal professionista alla presenza di due testimoni e resta conservato presso lo studio notarile.

Cosa puoi lasciare in eredità a Fondazione SOFIA

Fondazione Sofia Onlus accoglie ogni tipo di bene: somme di denaro, beni mobili (quadri, gioielli, fondi di investimento), beni immobili (case, negozi, terreni), ma anche il trattamento di fine rapporto (TFR) dovuto al lavoratore dipendente dal datore di lavoro (in caso di assenza del coniuge, di figli, di parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo, viventi e a carico del lavoratore).

È possibile lasciare la polizza vita che, essendo per legge esclusa dall’eredità, può essere assegnata a chi si desidera, senza alcun vincolo nei confronti degli eredi.

Il tuo lascito ci permetterà di fare molto

I lasciti verranno destinati al sostegno dei progetti nei Paesi in via di sviluppo. Per esempio alla costruzione di scuole o di asili, alla realizzazione di strutture sanitarie, a progetti di intervento sull’HIV/AIDS; alla costruzione di centri giovanili. Qualunque lascito, anche il più piccolo, può fare la differenza nella vita di tante persone.

Per maggiori informazioni, per sapere cosa possiamo realizzare grazie al tuo lascito o per avere un colloquio riservato, contattati, saremo lieti di risponderti:

Marina Saponara        T: 06 686 29 230          marina.saponara@mailsds.org

 

Scarica la nostra brochure